Seleziona una pagina

Individuare la tua nicchia di mercato è uno dei primi aspetti da considerare quando desideri creare una tua attività autonoma.
E questo vale per qualsiasi tipo di attività, anche se si tratta di una attività collaterale al tuo lavoro abituale.

Che cos’è la nicchia di mercato?

Si tratta del gruppo di persone che desideri aiutare. Sì, perché qualsiasi cosa vuoi fare con il tuo business, per avere successo, devi essere in grado di aiutare qualcuno a risolvere un problema specifico, o a raggiungere un risultato desiderato.

Ad esempio potresti tenere lezioni di conversazione di italiano online per stranieri.

In questo caso la tua nicchia di mercato potrebbe essere costituita:

  • dagli stranieri che desiderano vivere in Italia,
  • da stranieri di tutto il mondo con la passione per la lingua italiana,
  • oppure potrebbe essere la nicchia più ristretta degli insegnanti di italiano, non madre lingua, in giro per il mondo.

Il termine nicchia viene utilizzato nel mondo dei business online, ma il concetto non cambia se invece hai una attività tradizionale.

Potresti ad esempio essere una insegnante di piano. In tal caso potresti rivolgerti:

  • ai bambini dell’asilo e delle elementari (o meglio ai loro genitori),
  • oppure alle signore in pensione, che finalmente possono realizzare il sogno di una vita e imparare a suonare il pianoforte.

Si tratta di due nicchie molto diverse e per rivolgerti ad una oppure all’altra dovrai usare approcci distinti.

Come trovi la tua nicchia di mercato?

Come prima cosa, la nicchia non la scegli, ma la scopri. Si tratta cioè di ascoltare attentamente cosa cercano le persone e cosa desiderano veramente.

O meglio, in parte la scegli, perché dipende anche da cosa desideri, e sei in grado di, offrire agli altri. Cioè se vuoi insegnare a coltivare le orchidee, di certo non ti ritroverai a insegnare pianoforte ai bambini.

Immagina ad esempio di essere appassionata di giardinaggio e di voler insegnare a coltivare con successo le orchidee a un pubblico online. Basta questo per individuare la tua nicchia?
È un inizio, ma ancora non basta. Ci potrebbero ad esempio essere almeno due potenziali pubblici per la tua offerta:

  • i neofiti che desiderano imparare l’abc per non far morire la loro prima orchidea,
  • gli esperti che cercano aiuto ad esempio contro qualche parassita o altra sfida del tutto sconosciuta ai principianti.

Certo, potresti aiutare entrambi, ma attenzione non puoi rivolgerti allo stesso modo a questi due pubblici. Quello che proponi a uno allontanerà l’altro. Si tratta di due nicchie distinte.

Chi desideri aiutare

Chi desideri aiutare?
Riprendendo gli esempi fatti precedentemente, potresti chiederti:

  • la tua missione è aiutare i neofiti ad amare le orchidee? Oppure ti identifichi con le sfide degli esperti di orchidee e preferisci aiutare loro?
  • diffondere l’amore per la musica alle nuove generazioni è ciò che più desideri fare? Oppure ti senti più attratta all’idea di aiutare le signore in pensione a realizzare i desideri di una vita?

Si tratta di fare chiarezza dentro di te, non solo su cosa sei in grado di offrire, ma anche quello che più ti appassiona.

Senza tralasciare un pizzico di realismo. Non stai infatti avviando un’opera di volontariato, il tuo obiettivo è riuscire a guadagnarci e avviare una attività di successo.

Chiediti quindi in quale nicchia è più facile vendere il tuo prodotto o servizio.
Chi è più disposto a investire per ciò che offri? Non sempre si tratta del gruppo di persone con più soldi. In genere è il gruppo che sente maggiormente il problema o desidera più intensamente un certo risultato.

Quali sono i loro problemi o aspirazioni

Una volta che credi di avere individuato la tua nicchia di mercato, il secondo passo è chiederti quali sono i loro problemi specifici.
Qual è il loro maggior dolore o il problema che non riescono a risolvere senza il tuo aiuto? Qual è il loro più grande e pressante desiderio?
Qui si tratta di parlare con loro e soprattutto ascoltare ciò che hanno da dire. Come?

Ci sono tanti modi, ad esempio:

  • incontrandoli di persona,
  • facendo delle ricerche su Google,
  • facendo attenzione a ciò che si dice su Facebook, in particolare nei gruppi creati proprio sui temi che riguardano ciò che offri

In questo modo avrai l’occasione di comprendere più a fondo che cosa è importante per il pubblico della tua nicchia di mercato. Questo ti permette di rivolgerti a loro mettendo in evidenza ciò di cui sentono maggiormente il bisogno e usando il loro linguaggio.

Quali soluzioni puoi fornire

A questo punto sei in grado di confezionare un’offerta su misura per il tuo pubblico, offrendo esattamente ciò di cui hanno bisogno.

Ad esempio se vuoi offrire lezioni di conversazione in italiano agli appassionati di italiano nel mondo, potresti aver scoperto che desiderano più di tutto conoscere le bellezze di Italia, oppure la cucina italiana, o chissà cos’altro.

Potrai perciò offrire ad esempio conversazioni sulla cucina italiana, o addirittura un vero e proprio corso di cucina italiana per stranieri in cui illustri ed esegui passo dopo passo le ricette (ovviamente in lingua italiana).

La tua nicchia di mercato è profittevole?

La nicchia che hai trovato è profittevole? Ti permette cioè di mantenere una attività di successo?

Puoi considerare in particolare due fattori:

  • la concorrenza
  • il trend del mercato

Uno dei primi indicatori per comprendere se c’è un mercato, è di verificare se c’è concorrenza. Sì, perché se non c’è concorrenza allora è un pessimo segno. Significa che non ci sono persone disposte a spendere soldi per ciò che offri.

L’ideale è di avere concorrenza, ma non tantissima. Se c’è troppa concorrenza allora è po’ come andare a nuotare con gli squali. Meglio evitare, tranne se sai davvero cosa stai facendo.

Un’altra cosa da tenere in considerazione è se si tratta di un mercato “bolla di sapone” oppure se è più o meno costante nel tempo. Ad esempio se il tuo campo è il giardinaggio, ci saranno sicuramente delle oscillazioni stagionali, ma anno dopo anno dovrebbero rimanere più o meno costanti.
Anche un mercato in crescita può andare bene, ma se c’è una crescita troppo repentina, probabilmente poi seguirà un crollo altrettanto repentino.

Come puoi verificare tutto questo?
Ad esempio facendo delle ricerche su Google per individuare i tuoi concorrenti e capire come e cosa offrono. Poi puoi usare anche altri strumenti gratuiti di Google come Google Trends per vedere le tendenze di crescita e le oscillazioni del tuo mercato.

Per concludere

La tua nicchia di mercato sono le persone che desideri e puoi aiutare.
Si tratta di mettere insieme le tue passioni, talenti e competenze per fare qualcosa che fai con piacere e che ti permette di aiutare un gruppo specifico di persone, con dei bisogni ben precisi che tu sei in grado pienamente di soddisfare.
Il tutto con soddisfazione reciproca in un gioco “win-win”, che ti permette di mantenere la tua famiglia facendo ciò che ami e dando un aiuto prezioso agli altri.

Hai già trovato la tua nicchia? Complimenti!

Trovare una buona nicchia è un passo enorme verso il successo del tuo business. Ora non ti resta che prendere in considerazione tutti i 5 passi per un business di successo.

Pin It on Pinterest

Share This