Seleziona una pagina

Sapere come creare il prodotto giusto è un’altra tappa fondamentale per avere successo nel business online.
Avere infatti la giusta mentalità o saper individuare chi desideri aiutare, cioè la tua nicchia di mercato, sono passi di vitale importanza, ma da soli non bastano.

Se vuoi un business di successo, devi riuscire a proporre qualcosa per il quale i tuoi clienti siano disposti a pagarti più di quanto non costa a te crearlo.
Non solo. Se è il prodotto giusto, allora avrà un valore tale da ampiamente giustificare e compensare il prezzo agli occhi del cliente.

Creare il prodotto giusto significa produrre valore

Creare il prodotto giusto significa dunque creare qualcosa di valore per il cliente e generare la situazione ideale in cui tutti vincono, cioè vinci tu, e vince anche il tuo cliente.
Il prodotto giusto è la soluzione migliore per risolvere i problemi e ottenere i risultati che i tuoi clienti desiderano.

Il tuo ruolo come imprenditore (e già lo sei anche se stai muovendo i primi passi nel tuo business) è naturalmente quello di massimizzare i profitti, mentre dal lato suo, il cliente cerca l’offerta più valida e conveniente.

Regola numero 4 per avere successo di Stephen Covey: “Pensa nei termini: vinco io e vinci anche tu”.

È possibile soddisfare pienamente entrambi queste legittime esigenze. Si tratta di instaurare una relazione di soddisfacente scambio di reciproco valore. Il tuo prodotto e soluzione di valore, in cambio dei soldi del cliente.

Le 3 mentalità per il prodotto giusto

Ci sono 3 approcci mentali, o mentalità, che ti possono aiutare a creare il prodotto giusto per le persone che desideri aiutare. Si tratta di pensare al tuo prodotto o servizio nei termini in cui lo vede il cliente.

Non vendi un prodotto, ma un risultato

La prima mentalità da adottare è quella di non vendere il tuo prodotto o servizio, ma il problema che risolve per i tuoi clienti e la soluzione che offre.
Non vendi un prodotto, ma vendi un beneficio, un vantaggio, un risultato o una soluzione.

È quindi inutile innamorarsi troppo del proprio prodotto, perché non è quello che i clienti vogliono. Le persone cercano uno specifico risultato che può essere anche molto irrazionale e avere poco a che fare con le caratteristiche che tu ritieni vincenti del tuo prodotto o servizio.

Il prodotto giusto è la soluzione più semplice e immediata

La seconda mentalità del prodotto giusto è di renderti conto che in qualche modo il prodotto in sé è un filtro o una barriera a ciò che i clienti desiderano. I clienti infatti sono interessati solo al risultato che possono ottenere.

Sta a te quindi renderlo non più una barriera, ma il ponte che permette a loro di arrivare agevolmente dove desiderano.

Ottenere e utilizzare la tua soluzione non deve essere difficile o impegnativo. Si tratta quindi di creare un prodotto o servizio, che viene percepito come il modo più semplice e immediato per ottenere ciò che vogliono.

Il prodotto giusto si vende da solo

Infine la terza mentalità utile per creare il tuo servizio o prodotto giusto è quella di creare un prodotto che si vende da solo.

Questo significa prediligere la semplicità e l’immediatezza. Si tratta di parlare il linguaggio del cliente e di conoscere i suoi problemi, frustrazioni, speranze e desideri.

Le 3 strategie per il tuo prodotto giusto

Ci sono inoltre tre strategie che riguardano le rifiniture del tuo prodotto o servizio, e in cui tieni conto di come presentarlo al mondo.

Sì lo so. Ti sembra che se quello che offri è davvero valido, allora le persone ti troveranno da soli.

Siamo però in un mondo complesso e chiassoso. Sicuramente lì fuori ci sono altre proposte analoghe alla tua, come dunque puoi farti notare e scegliere dai clienti?

Inoltre non abbiamo alcun bisogno della maggior parte delle cose che acquistiamo. In fondo per vivere ci serve davvero poco. E il tuo prodotto/servizio probabilmente non rientra in queste poche cose essenziali.

Come puoi quindi rendere appetibile la tua soluzione?

Aumenta il valore per il cliente

La prima strategia è di aumentarne il valore agli occhi del tuo cliente. In fondo si tratta di mettere in pratiche i 3 approcci mentali di prima. Quindi:

  • Il tuo prodotto è la soluzione a un bisogno, problema o frustrazione del tuo cliente ideale e il cliente lo percepisce come tale
  • Ottenerlo e usufruirne è semplice e immediato. Non richiede sforzo mentale, perdita di tempo o rischio da parte del cliente.
  • Parli il linguaggio del cliente

Se ad esempio vendi un corso online, l’acquisto deve richiedere solo un paio di click e deve essere il più chiaro e trasparente possibile. Inoltre potresti aggiungere una garanzia soddisfatti o rimborsati che elimina qualsiasi rischio per il cliente.

Oppure, a seconda del tipo di soluzione che offri e del tipo di cliente a cui ti rivolgi, potrebbe essere utile inserire delle istruzioni di utilizzo semplici e chiare. Quando infatti vediamo concretamente qualcosa passo per passo, diventa più reale e convincente.

Un altro modo per aumentare il valore di quello che offri è di aggiungere dei bonus gratuiti. Ciascun bonus è un prodotto di valore a sé stante che puoi scegliere di inserire nella tua offerta perché viene incontro a dei possibili problemi o obiezioni del tuo cliente.

Ad esempio se offri un corso online avanzato per cucire abiti, chi si sente ancora alle prime armi potrebbe essere interessato, ma non avere il coraggio di acquistarlo. Come bonus gratuito puoi quindi aggiungere il tuo corso di cucito base.

Presentalo bene

La prima impressione è quella che conta. Le persone giudicano le cose dalla confezione, e i libri dalla copertina.

È quindi importante un buon design. Non significa qualcosa di costoso e complesso, ma qualcosa che si presenta bene allo sguardo e dà l’impressione di professionalità e competenza.

Il nome giusto per il tuo prodotto giusto

Il tocco finale sta nel dare al tuo servizio o prodotto il nome giusto.

Questo significa che il nome dev’essere chiaro, allettante e rimanere facilmente impresso in mente:

  • Il nome che scegli rende evidente di cosa si tratta
  • Utilizza se possibile dei suoni ripetuti (ad esempio: “Cucito con Cura”, “Impara a Imparare”)
  • Idealmente il nome non contiene più di 3, 5 parole (se è utile puoi sempre aggiungere un sotto titolo)

In conclusione

Per creare il prodotto giusto è necessario conoscere il tuo cliente ideale.
Questo significa conoscere le sue paure, frustrazioni, ostacoli, problemi, ma anche i desideri, aspirazioni, sogni e valori. Vuol dire anche parlare il suo linguaggio.

Riuscire a fare questo, significa ascoltare e dialogare continuamente con le persone che potrebbero essere interessate a ciò che offri.

E questo va fatto non solo se sei agli inizi, ma sempre.

Pin It on Pinterest

Share This