Gli introversi non sempre riescono a godere delle relazioni sociali, eppure la confidenza e sicurezza di sé in ambito sociale è importante per costruire buone relazioni e ottenere successo e soddisfazione nella vita.
Questo ovviamente vale per tutti: gli introversi, gli estroversi e per la persona media che si trova a metà strada tra questi due estremi di personalità.

“Ci sono quelli che, come girasoli, sono girati verso gli altri. Sono gli estroversi. Ci sono quelli che sono girati verso se stessi. Sono gli introversi. E poi ci sono quelli che sono girati verso l’assoluto. Sono gli artisti e gli spirituali.” Fabrizio Caramagna

Una carriera di maggior successo è possibile se si possiedono potenti abilità sociali. Anche le relazioni personali ne beneficiano. Chi è sicuro di sé quando interagisce con gli altri, ha un alto livello di autostima. Ha una forte convinzione di essere capace nelle situazioni sociali.

Questo non significa che gli introversi non vivano una vita piena e gratificante. Semplicemente, hanno una visione diversa della loro vita ideale rispetto a quella di una persona estroversa.
Tra l’altro, spesso si crede che gli introversi disprezzino l’interazione con le persone. Non è quasi mai così. È semplicemente che preferiscono trascorrere più tempo da soli. È così che si ricaricano le batterie.

La persona estroversa fa la stessa cosa passando molto tempo con altre persone. Ognuno di questi individui è diverso sotto molti aspetti e nessun approccio è peggiore o migliore dell’altro.

Detto questo, le abilità sociali sono importanti, perciò gli introversi spesso desiderano migliorare le proprie capacità di socializzazione.

Si rendono conto infatti di poter migliorare alcuni aspetti della loro vita, se solo riuscissero ad essere più disinvolti e sicuri di sé quando hanno a che fare con le persone.

4 modi per aiutare gli introversi ad essere sicuri di sé in ambiti sociali

Se anche tu vorresti migliorare le tue abilità sociali, allora ti interesserà conoscere i 4 modi che hanno dimostrato di aiutare gli introversi ad acquisire sicurezza nei contesti sociali.
Eccoli!

1. Non eccedere

Se sei introverso, puoi godere della socializzazione tanto quanto un estroverso. E probabilmente in molti casi già lo fai.
La differenza è che la persona introversa perde energia fisica e mentale se socializza troppo spesso o troppo a lungo.

“L’estroverso non può fare altro che lasciare venir fuori la sua personalità. L’introverso invece nasconde la sua personalità tenendo per sé le proprie reazioni” Carl Gustav Jung

Ecco quindi che se vuoi ottenere risultati migliori nelle situazioni sociali, è utile limitare la tua esposizione. Non strafare!

Scegli quando vale la pena immergerti nella vita sociale. Pianifica brevi periodi di tempo in cui espandere le tue abilità sociali e quando senti che la tua energia comincia a calare, non insistere, ma ritirati nel luogo in cui ti senti più a tuo agio per poter ricaricare le batterie.

In genere il luogo migliore è casa propria da godere in tranquillità, ma anche una passeggiata in solitudine nella natura può essere un ottimo modo per ricaricarsi di energia.

2. Prepararsi in anticipo

Potresti essere un introverso che non ha molta esperienza di interazione con gli altri. Non c’è motivo di preoccuparsi. Tutti possono imparare a socializzare.

Ti chiedi come puoi fare?

Preparati prima!

Come sarà l’ambiente? Chi sarà presente? Pensa alla conversazione in anticipo. Cosa vuoi dire?
Per approfondire la questione ti può essere utile leggere: “Agire bene anche sotto stress? Come si fa (spunti pratici)”.

Scoprirai, che una volta sviscerato ogni aspetto, tutto ti sarà più familiare e potrai agire con serenità e sicurezza.

3. Fare un passo alla volta

Ricorda che Roma non è stata costruita in un giorno. Cioè i grandi risultati non si ottengono da un giorno all’altro, ma richiedono impegno e costanza nel tempo.

Gli introversi talvolta sono anche timidi, e la timidezza non fa che accentuare l’introversione. Se infatti all’introverso semplicemente la vita sociale non interessa granché, il timido ne ha paura.

“La timidezza è come un colibrì che ha paura del fiore, vibra e sta sempre indietro anziché baciarlo” Fabrizio Caramagna

Se sei quindi estremamente introverso, abbi pazienza e impegnati su un passo alla volta per diventare un “animale sociale”. Anche il giro del mondo si può fare solo un passo alla volta.

Forse la prima cosa che potresti fare è di abituarti a uscire di casa. Esci di casa e cammina per 30 metri lungo la strada e poi torna a casa.

Se è stata una conquista per te, datti una bella pacca sulle spalle! Se invece l’hai trovato facile, allora puoi procedere al prossimo passo.

Una volta infatti che ti senti a tuo agio nell’uscire di casa, puoi ad esempio iniziare una conversazione con un estraneo. Magari solo augurandogli una buona giornata.

Fai un piccolo passo alla volta e prima di accorgertene avrai percorso molta strada nel migliorare le tue abilità sociali.

4. Guardare al rifiuto come un venditore di successo

I migliori venditori non si abbattono quando sentono un “no”. Sanno che ogni rifiuto li avvicina alla prossima vendita.

Puoi guardare al rifiuto sociale nello stesso modo. Osserva la situazione con obiettività.

Cosa puoi imparare? Che cosa hai fatto di buono? Cosa hai sbagliato? Prendi il rifiuto o l’insuccesso sociale come un’opportunità per migliorare e poi vai avanti.

Imparare dagli insuccessi ti permette di migliorare di molto in poco tempo.

Gli introversi, in conclusione

È importante distinguere tra introversione e timidezza.

Gli introversi non hanno necessariamente paura delle persone. Anzi di solito non ne hanno. È solo che preferiscono passare una quantità minima di tempo in presenza di altri.

È il timido, che spesso è anche introverso, a provare ansia quando si trova con altre persone.

Sia il timido che l’introverso possono beneficiare di questi 4 modi per aumentare la confidenza nelle interazioni sociali.
Ti faranno sentire più a tuo agio quando interagisci con le persone. Sarai orgoglioso di te per avere fatto qualche passo al di fuori della tua zona di comfort.

E se senti che è la timidezza il tuo vero problema, allora puoi approfondire il tema leggendo: “Timidezza: solo problema o possibile risorsa?“.

Non mi resta che augurarti una buona crescita delle tue abilità sociali. Ne otterrai maggiore soddisfazione e pienezza di vita!

Pin It on Pinterest

Share This