Essere indaffarati dà soddisfazione vero? Ci piace essere indaffarati.

Nella peggiore delle ipotesi è meno doloroso del compito che sappiamo che dovremmo svolgere. Inoltre essere indaffarati ci fa sentire almeno un pochino produttivi.

Pulire dietro il frigorifero non è un’attività molto esaltante, ma è sempre meglio che fare la dichiarazione dei redditi.

È importante cominciare ad essere consapevoli di quando si sta evitando il lavoro vero, con la scusa di avere molto da fare.

Se infatti il tuo obiettivo è creare un tuo business online, rimetterti in forma e perdere peso, o qualsiasi altra cosa, troverai sempre sul tuo cammino delle attività che per qualche motivo vuoi evitare.

In realtà scoprirai di essere più felice se riesci a sfruttare al meglio il tuo tempo ogni giorno.

Ecco alcune tipiche attività che utilizziamo come scuse per essere indaffarati e non avere perciò tempo per fare altre attività ben più prioritarie:

  • Cancellare le vecchie e-mail
  • Una improvvisa pulizia non programmata della casa
  • Pulizia dei file e chat inutili per recuperare spazio sullo smartphone
  • Mettere in ordine la libreria o riordinare la scrivania
  • Riorganizzare i file sul computer
  • Riordino degli armadi anche se hai appena fatto il cambio di stagione

E si potrebbe continuare a lungo. Ognuno di noi ha le sue preferite.

Si tratta sempre di attività magari anche utili, ma che forniscono meno valore delle attività che in quel momento sarebbe meglio fare.

Essere indaffarati: perché usiamo questa strategia?

È giunto il momento di ammetterlo, almeno a se stessi.

Essere indaffarati è un fine in se stesso perché ti permette di evitare di affrontare impegni più sgraditi, seppure più importanti. Sul momento sembra la soluzione migliore, ti gratifica, ma alla fine ti lascia sempre un sottofondo di disagio.

Ma cosa quindi ci spinge a usare questa strategia, cosa ci dà di utile l’essere indaffarati?

Ecco cosa ti dà l’essere sempre super impegnato e indaffarato:

Dà l’impressione di essere produttivi

Essere indaffarati ci dà la falsa impressione di essere molto produttivi.
Ci sentiamo abbastanza bene a fare un lavoro impegnativo. Siamo attivi e ci sentiamo come se stessimo realizzando qualcosa.

E nessuno può dire che pulire i cassetti della scrivania sia un’attività completamente inutile.

È sicuramente utile, ma quanto è davvero prioritaria come attività? Probabilmente non è l’uso migliore in assoluto del tuo tempo in quel preciso momento.

Essere indaffarati ci dà l’illusione di essere produttivi, ma non ci fa fare progressi verso i nostri obiettivi.

In fondo invece di semplificare la tua vita focalizzandoti sull’essenziale che porta risultati, finisci per aggiungere impegni poco utili.

Alla fine di tutto il tuo impegno sarai solo più stanco, e con l’insoddisfazione di essere sempre ai blocchi di partenza.

È una forma di procrastinazione

Quando sei indaffarato, è vero che fai qualcosa che è in qualche misura utile, ma stai soprattutto evitando il vero impegno.

Insomma essere indaffarati è una scusa per non fare quello che dovresti fare. È solo un trucco per procrastinare in un modo che sembra giustificato.

In definitiva, l’essere super indaffarato ti impedisce di fare dei reali progressi.

Sei infatti attivo, anche super attivo, ma non sei affatto efficace.

“Chi è troppo indaffarato non può svolgere bene nessuna attività, perché una mente impegnata in mille cose non può concepire nobili pensieri” Seneca

Vuoi fare progressi verso i tuoi obiettivi e avere successo? Usa il tuo tempo con saggezza.

3 strategie per essere più efficaci e non solo indaffarati

Evita la trappola dell’essere indaffarati fine a se stesso e scopri una maggiore efficacia, nonché un migliore e più soddisfacente utilizzo del tuo tempo a partire da oggi.

Ecco 3 semplici strategie che ti permettono di cambiare in meglio la tua giornata.

Pianifica la tua giornata

Spesso bastano 5 minuti per stabilire cosa è davvero importante fare nel corso della giornata.

Puoi scegliere se farlo la sera prima o come prima cosa al mattino. In generale uno dei segreti per essere più produttivi consiglia di farlo preferibilmente la sera prima, per evitare di appesantire la mattinata con ulteriori decisioni.
A te la scelta.

L’importante è fare una lista di cose ad alta priorità che devono essere fatte prima della fine della giornata.

Ti può essere utile anche usare una qualche applicazione per impostare dei promemoria. In questo modo saprai sempre qual è il prossimo passo, anche se vorresti tanto dimenticartene.

Scegli le 3 attività più importanti

Come attività assolutamente prioritarie da affrontare nella giornata scegli gli impegni che ti permettono di fare davvero dei passi in avanti.

Non lasciarti incantare dalle attività che fai con piacere. Purtroppo non sempre sono queste le attività che fanno davvero la differenza.
Spesso infatti, le attività più importanti sono anche quelle meno attraenti.
Essere indaffarati è infatti una strategia per evitare il disagio di queste attività. Comincia a scegliere i tuoi impegni in base all’effettiva utilità, non in base a quanto sembrano piacevoli.

Se li affronti come prima cosa nella giornata, presto potrai averli alle spalle e potrai assaporare i passi in avanti fatti. Oltre che la soddisfazione di essere davvero padrone di te!

In generale la gente pianifica la propria vita in base al comfort. Se vuoi ottenere risultati, fai qualcosa di diverso da quello che fa la maggioranza.

Comincia presto

Un trucco per avere una giornata davvero produttiva, ed evitare la trappola dell’essere indaffarati fine a se stesso, è quello di lanciarti il più presto possibile nelle attività che portano risultati.

Non rimandare l’inizio delle attività della giornata. Pensa alla soddisfazione che avrai a fine giornata a vedere i risultati ottenuti. Sfrutta questa positività e motivazione per avere una mattinata produttiva. In questo modo anche il resto della giornata sarà produttivo.

Sì perché la soddisfazione della mattinata ti darà lo slancio per procedere per il resto della giornata.

In conclusione: come evitare l’essere indaffarati fine a se stesso?

Prima di iniziare qualsiasi attività, chiediti: “È questo il miglior uso del mio tempo in questo momento?

Farti questa domanda e lasciarti guidare dalla risposta, è la soluzione per evitare la trappola dell’essere perennemente impegnati senza approdare a nulla.

Sì, alla fine può essere così semplice.

Darti da fare ed essere sempre super indaffarato può essere una trappola che ti impedisce di raggiungere i tuoi obiettivi e ti lascia sempre ai blocchi di partenza.

Prendi il controllo della tua giornata e evita la trappola dell’impegno senza senso.

La chiave di ogni risultato è l’azione. Comincia ora.

Pin It on Pinterest

Share This